Chiesa di San Martino

Chiesa di San Martino

La primitiva chiesa di San Martino, di piccole dimensioni, fu fondata probabilmente dal conte Ruggero il Normanno e rinnovata nel periodo gotico; ricostruita e ampliata nel 1682, venne ulteriormente rimaneggiata nel secolo XVIII e decorata con stucchi e con affreschi realizzati dai fratelli Manno.

La chiesa, per la sua importanza storica, artistica e religiosa, ha svolto nei secoli la funzione di Chiesa Madre, allorquando quest’ultima non è stata funzionante; durante gli anni del Risorgimento è stata inoltre  testimone di avvenimenti politici locali.

La facciata molto semplice è arricchita dalla presenza di un portale settecentesco recante nel timpano l’effigie del Santo titolare.
L’interno ha pianta basilicale con due file di colonne tuscaniche, transetto, cupola e copertura della navata centrale con volta a botte lunettata. Particolarmente interessante è la pavimentazione in parte formata da lastre tombali dei secoli XVII e XVIII: la restante parte è ora ricoperta da mattonelle maiolicate, riproducenti il disegno originale settecentesco (autentico solo nei pressi degli altari laterali).

Nel terzo altare è un interessante dipinto cinquecentesco su pietra lavagna, raffigurante la Madonna delle Grazie, rimaneggiato nel secolo XVIII per rendere l’immagine simile alla Madonna di Custonaci.
L’abside quadrata ospita: un coro ligneo rococò (1761) del parmense Leonardo Castelli, autore anche del pulpito.

Adiacente alla sagrestia della chiesa è la Sala della Congrega del Purgatorio, un raccolto oratorio settecentesco di chiaro gusto rococò, decorato con stucchi, affreschi di Antonio Manno; interessante l’arredo con macchina d’altare e sedili addossati alle pareti, in legno dipinto. Interessante inoltre il piccolo attiguo chiostro cinquecentesco. Nei locali adiacenti alla chiesa è oggi ospitata  una importante raccolta di sculture lignee tra cui  il gruppo San Martino a cavallo dell’ericino Gianmatteo Curatolo (1556).

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the bookyourtravel internet portal. You are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

La tua email non verrà pubblicata. I campi obbligatori sono firmati con *