Grotte di Cala Mancina

Grotte di Cala Mancina

calamancina1

La parte occidente del promontorio di San Vito lo Capo, conserva in un suggestivo contesto naturalistico un complesso di grotte di interesse preistorico che vanno dalla Grotta Perciata, a quella del Racchio e dell’Isulidda, alla grotte di Cala Mancina, dei Ciaravelli, dei Cavalli. Quest’ultima, abitata nel corso del Paleolitico superiore, è costituita da un’ampia spelonca in cui, quasi sul fondo, è presente una delle più importanti manifestazioni di arte rupestre della Sicilia, un ciclo pittorico inquadrate all’Eneolitico iniziale (metà del III millennio a.C. – facies di San Cono-Piano Notaro) con tre gruppi principali di figure: uno con soggetti astratti e forme lineari o sinuose; un secondo con figure antropomorfe itifalliche e filiformi; un terzo, attinente a figure simbolico-descrittive con figure meandriche ellissoidali a linee parallele e concentriche, analoghe a quello ritrovato nella grotta di Contrada Emiliana.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, cliccando in un'area sottostante o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la pagina Privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi