03_luoghiCUSTONACI_GAC-01

CUSTONACI  terra del marmo

Custonaci, il primo polo marmifero in Sicilia, il secondo in Italia ed in Europa con un bacino di 62 kmq, di importanza non solo geologica ma soprattutto economica, sorprende il visitatore non solo per i suoi marmi, e il suo santuario, ma anche per la straordinaria bellezza dei panorami sul mare che si possono godere da vari punti di osservazione. Dal Belvedere del Giardino comunale, posto accanto al Municipio si viene catturati dalla vista del Monte Erice a sud per poi proseguire lo sguardo verso nord fino a chiudere lo scenario con il Monte Cofano che si erge maestoso sulla baia di Cornino.

Questa  piccola baia, antico borgo marinaro di Custonaci, ha una suggestiva  insenatura sabbiosa,  frequentata d’estate da numerosi bagnanti, la maggior parte dei quali, attirata dalle limpide acque cristalline, ha scelto il litorale come luogo di villeggiatura. Lo splendido mare, fregiatosi nel 2001 della bandiera blu d’Europa, si presta per sport nautici e piacevoli escursioni in barca, mentre la pescosità dei fondali rappresenta un costante invito per gli amanti della pesca .

Lo sviluppo urbanistico della città di Custonaci è legato ai pellegrinaggi al santuario della “Madonna di Custonaci” dove si venera la preziosa immagine della Madonna con il bambino, raffigurata su una tavola del secolo XVI.

Forte è il legame della gente dell’agro ericino alla Madonna di Custonaci, patrona di numerosi Comuni staccatisi da Erice; il santuario, è stato per secoli meta  di pellegrini, venuti a rendere omaggio alla Madonna, arrivata dal mare, secondo  la tradizione, su di una nave veneziana o francese  scampata ad un naufragio e approdata a Cala Buguto. Tale evento, ogni ultimo lunedì del mese di agosto, durante i festeggiamenti in onore della Madonna  viene rievocato con il suggestivo arrivo di un veliero e lo sbarco di una copia del quadro, nella spettacolare cornice della baia illuminata dai fuochi pirotecnici e alla presenza di una  folla numerosa che, con fiaccole, accompagna la sacra immagine fino al paese.

Partendo dalla Baia di Cala Buguto, ci si può inoltrare nella Riserva Naturale orientata “Monte Cofano” soffermandosi presso la torre di San Giovanni (secolo XVI), la chiesetta del Crocefisso,  l’ex tonnara di Cofano.

  • madonna

    Museo della casa del pellegrino

    Attigua al Santuario è l’ex “Casa del pellegrino e convento dei francescani” con elementi architettonici del ‘500 e, all’interno,...

  • spinciafest4

    Spincia

    Preparata per le feste natalizie, è una piccola ciambella dolce che ha in farina e patate gli ingredienti principali....

  • Pizza Rianata

    Sciavata

    Saporitissima, è una pizza realizzata esclusivamente con prodotti locali tra cui dominano pecorino, olio d’oliva e origano. Piatto povero...

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, cliccando in un'area sottostante o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la pagina Privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi